La palla di fuoco

Arrivò come un prodigio, in pieno giorno, quando la città era nel pulsare più intenso dell’ora di punta. Prima fu un sibilo a cui seguì un intenso bagliore percepito da Ovest ad Est; dal Centro abitato la luce si estese concentrica diventando sempre più bianca ed intensa. Stormi di uccelli impauriti lasciarono i loro sicuriContinua a leggere “La palla di fuoco”

RICORDO ASSORDANTE

RICORDO ASSORDANTE RIMBOMBA TI PRENDE TI BUSSA ALLE TEMPIE SCONQUASSA LA MENTE. BENCHE’ TU NON LO VOGLIA, TI VEDI SDRAIATA SULL’UMIDA SABBIA ROVENTE IL SOLE POSSIEDE IL TUO CORPO VIBRANTE. ED ECCO CHE LUI TI SI AFFIANCA   BAGNATO E TI ABBRACCIA E TI CULLA SUGGELLANDO PER SEMPRE IL LEGAME AGOGNATO. IL RICORDO ASSUME TONI BRILLANTIContinua a leggere “RICORDO ASSORDANTE”

RICORDI D’INFANZIA

LA DONNINA DI BURRO (La Galarducci) La donnina di burro ha una pelle morbida e liscia che si oppone ad ogni tipo di ruga. Occhi piccoli, scuri e rotondi come capocchie di spillo saldamente appuntati dentro il roseo cuscino di tenera pelle. La guancia rotonda ricade celando un accenno di collo più simile a quelleContinua a leggere “RICORDI D’INFANZIA”

L’UOMO COL MAZZOLINO

L’uomo procedeva sicuro in mezzo alla folla che in quella giornata di festa riempiva all’inverosimile il corso cittadino. Ciascuno camminava con la testa concentrata nei propri pensieri, ciascuno completamente isolato dal resto del mondo, nonostante ogni gomito sfiorasse quello di un altro. L’uomo aveva un solo pensiero: lei quella donna da sempre bramata e agognata,Continua a leggere “L’UOMO COL MAZZOLINO”

CURIOSITA’…

Il grande pacco Eccolo. Il grande pacco è finalmente arrivato. Ero stata informata con una mail: “Lei potrebbe essere il fortunato vincitore di un premio favoloso come milionesimo navigatore che ha cliccato sull’icona con il cerchietto rosso inserito in un piccolo quadrato. PREMA SUL LINK PER VEDERE SE HA AVUTO FORTUNA Ho cliccato e daContinua a leggere “CURIOSITA’…”

LA TAZZINA RIBELLE

Oh mio dio! La sveglia ha suonato! Adesso si alzano tutti, sento il trambusto: Lorenzo che sbatte la porta del bagno, suo padre arrabbiato di prima mattina, il gatto che miagola alla porta d’ingresso. Ecco lei, la signora Matilde. NO, signora, pietà, non lo voglio il caffè stamattina! Macché, lei non mi ascolta, la mokaContinua a leggere “LA TAZZINA RIBELLE”

RINATI

La grande villa era stata ormai dolorosamente abbandonata da diversi giorni, i suoi occupanti si erano rifugiati nei sotterranei di un edificio sicuro, nella speranza che quegli orribili strumenti di morte esplodessero invano. Trascorsero giorni e giorni nel buio delle cantine con le pareti di pietra umida che trasudava un odore caldo di muffa. OgniContinua a leggere “RINATI”

TONI CALDI DELL’AMORE

La vide arrivare in quell’afosa giornata di sole. Immediatamente capì che era la donna calda e luminosa che andava cercando da tempo. L’aveva già osservata giorni addietro in una foto dell’estate precedente: lo scatto la ritraeva sulla riva del mare, là dove la sabbia descrive una lunga striscia diritta segnando il confine tra il solidoContinua a leggere “TONI CALDI DELL’AMORE”

UN BICCHIERE DI ALLEGRIA

La coppa di spumante Ha un corpicino elegante, con le curve giuste, la gambetta sottile la sostiene con delicatezza. Quel corpicino, quasi trasparente, racchiude un irrefrenabile voglia di gioire, di ridere, ballare. Il succo frizzantino che contiene, un po’ piccante, dal colore ambrato, brucia nelle narici, ti punzecchia la pelle, ti ammalia con le sueContinua a leggere “UN BICCHIERE DI ALLEGRIA”